Lago di Braies
Loading...
Loading...
Loading...
Lago di Braies
qui il messaggio
Loading...
Loading...
Loading...

Lago di Braies

In Trentino-Alto Adige (più precisamente in Val di Braies), è adagiato quello che è considerato sicuramente il lago più bello delle Dolomiti e probabilmente del mondo intero: il famoso e affascinante Lago di Braies.

Il Lago di Braies è meta durante tutti i 12 mesi dell’anno di turisti provenienti da tutta Italia e non solo, ognuno affascinato da aspetti diverso di questo luogo magico. Sportivi come ciclisti, escursionisti e scalatori, ma anche chi è alla ricerca di un pigrissimo relax, trovano qui un luogo dove entrare in contatto diretto, stretto e simbiotico con la natura circostante, l’assoluta ed incontrastata protagonista del lago e di tutta la Val Pusteria.

Le sue limpidissime acque color verde smeraldo, la bellezza del paesaggio, i boschi rigogliosi, i prati verdissimi, le maestose vette che lo circondano, l’abbondante fauna locale e la floridissima flora rendono questo luogo a dir poco magico, un’oasi di pace dove il tempo e lo spazio sembrano dilatarsi.

Il Lago di Braies è circondato dalla imponente “Croda del Becco”, alta 2.810 metri s.l.m. che scende a strapiombo sulla sua superficie e la sua origine non è quella tipica dei laghi di montagna, essendosi formatosi come conseguenza di una grossa frana che scendendo sino a valle ha così sbarrato il Rio Braies.

Per parecchio tempo è rimasto quasi nell’anonimato, fino a quando la serie televisiva “Un passo dal cielo” (fiction della RAI) che ha utilizzato la Val Pusteria e il lago come località principale di svolgimento delle scene e ambientazione di tutte le puntate, lo ha portato alla ribalta nazionale e non solo, contribuendo in maniera determinante all’aumento del numero dei turisti. Il grosso successo di pubblico della serie non ha solo portato turisti al lago, ma ha portato la bellezza incontaminata e senza tempo del Lago di Braies a casa dei possibili turisti, grazie al piccolo schermo.
Se volete divertirvi, passeggiare o concedervi dei momenti rilassanti per voi stessi, il lago di Braies fa sicuramente al caso vostro.

ATTENZIONE

Dal 10 Luglio 2023 al 10 Settembre 2023 il lago non è raggiungibile in auto direttamente ma solo attraverso il servizio BRAIES BUS, oppure a piedi, in bicicletta o con mezzi pubblici.


BRAIES BUS DALLA TUA CITTA’

disponibile tutto l’anno

PRENOTA
Dati

DATI

Stato: Italia
Regione: Trentino-Alto Adige
Provincia: Bolzano
Comune: Braies
Coordinate: 46°41′38.74″N 12°05′07.66″E
Altitudine: 1.496 m s.l.m.

DIMENSIONI

Superficie: 0,33 km²
Lunghezza: 1,2 km
Larghezza: 0,4 km
Profondità massima: 36 m
Profondità media: 17 m
Volume: 0,0053 km³
Sviluppo costiero: 3,05 km
Dimensioni
Idrografia

IDROGRAFIA

Origine: franoso
Bacino idrografico: 26,64 km²
Immissari principali: Rio Braies
Emissari principali: Rio Braies
Ghiaccio: in inverno il lago è ghiacciato

Cinque motivi per cui vale la pena visitare il lago di Braies

  1. Appartiene ai laghi in assoluto più belli delle Dolomiti e del mondo intero
  2. E’ una meta escursionistica adatta a tutta la famiglia e a tutti i gusti, sia appunto per le famiglie, che per gli amanti della natura e delle passeggiate all’aria aperta, sia per le coppie di innamorati alla ricerca di una romantica cornice al loro amore
  3. Offre un fantastico ed unico scenario di montagna nelle Dolomiti (con la sua immagine unica della Croda del Beco sullo sfondo)
  4. Possiamo soddisfare la nostra curiosità visitando direttamente i luoghi di "Un passo dal cielo" con Terence Hill
  5. Risulta facilmente raggiungibile con il nostro bus organizzato; nessun stress per trovare un parcheggio che è introvabile. Devi portare con te solo il tuo zaino con acqua e cibo, scarpe comode (meglio se da montagna), effetti personali, abiti comodi (consigliamo sempre di vestirsi a “cipolla”) e rigorosamente la macchina fotografica o il tuo smartphone per immortalare ogni angolo di questo affascinante paradiso!

Viaggi organizzati al lago di Braies

Vista l’impossibilità di raggiungere il lago di Braies in macchina in molti periodi dell’anno, considerando il costo del parcheggio, che tra l’altro va prenotato e pagato con anticipo, non dimenticando che poi dal parcheggio bisogna comunque prendere dei mezzi pubblici a pagamento, il metodo economicamente più vantaggioso, nonché logisticamente migliore, con un notevole risparmio di tempo e un arrivo direttamente al lago, è sicuramente quello di prenotare uno dei bus in partenza da diverse città italiane. Nel costo del viaggio organizzato è inclusa anche la guida in loco, anche se non è obbligatorio seguirla, e uno shooting fotografico per portare a casa un ricordo eterno della vostra giornata. Guarda la tabella per confrontare le soluzioni di viaggio e scegliere quale è la più adatta alle tue esigenze

Bus

Non guido per ore

Tutti i 12 mesi dell’anno

Soluzione economica più conveniente

Arrivo diretto al lago

Ho la guida (non obbligatoria) a disposizione

Non devo prenotare il parcheggio a pagamento (20€)

Non devo spendere per i mezzi pubblici

Non perdo tempo con navette interne

Ho lo shooting fotografico incluso

Solo nel week end

Auto

Parto quando voglio

Anche in settimana

Accesso non consentito in molti periodi dell’anno

Spendo di più

Guido per ore andata e ritorno

Non arrivo direttamente al lago

Spendo 20 € per il parcheggio

Devo prenotare e pagare il parcheggio con molto anticipo

Non ho la guida a disposizione

Spendo per i mezzi pubblici

Perdo tempo per gli spostamenti con navette interne

Non ho lo shooting fotografico incluso

Lago di Braies in Inverno

Lago di Braies in Inverno

Il Lago di Braies in inverno è coperto da una spessa superficie di neve e ghiaccio.

Ovviamente questo contesto condiziona i riflessi del lago che lo rendono così celebre, e contribuisce a creare un’atmosfera completamente diversa, magica, unica e speciale, per alcuni versi maggiormente suggestiva e dal sapore incontaminato e romantico.

Data la solidità del ghiaccio sul lago in inverno, molti visitatori si avventurano in passeggiate sul lago stesso. Durante il periodo invernale si tiene anche un torneo di Curling all’aperto, un gioco a squadre praticato su un campo ghiacciato, molto simile al gioco delle bocce. Consiste nel far scivolare blocchi di pietra del peso di 19,96 kg dotati di manico in modo che si fermino il più vicino possibile al centro di un bersaglio disegnato sul ghiaccio, detto casa. Sono decine le attività da svolgere al lago di Braies in inverno o nelle sue immediate vicinanze, dal classico giro perimetrale del lago, alla visita della chiesetta della Divina Madre Dolorosa, a sport invernali quali appunto curling, o sci di fondo, o sci alpino, piuttosto che passeggiate e itinerari adatti a tutti o quelli dedicati ai più esperti, o ancora la visita alle vicine Dobbiaco, Bolzano, Brunico. Scopri tutte le possibilità che la valle di Braies offre d’inverno.

Lago di Braies in Estate

Farsi un bagno, noleggiare una barchetta, fare un pic-nic, camminare lungo il perimetro del lago, prendere il sole, fare trekking, sono solo alcune delle attività da fare al lago di Braies in Estate. Le lunghe giornate, il sole alto, il clima piacevole favoriscono certamente il nostro soggiorno. Per chi ama le escursioni e il trekking dal lago di Braies stesso partono decine di diversi itinerari adatti a ogni tipo di preparazione fisica; per gli appassionati di nordic walking non c’è che l’imbarazzo della scelta, lo stesso dicasi per gli amanti della mountain bike. Diversi sono anche i turisti che vengono qui per delle magnifiche passeggiate a cavallo. La visita del parco protetto Fanes – Senes – Braies, con i suoi paesaggi carsici, i suoi pozzi, le sue fenditure e i suoi immensi campi di prati verdi è una meta che da sola merita il viaggio. Ma il vero valore aggiunto del lago di Braies in estate è che non è necessario avere un programma stabilito, o dei gusti definiti, basta farsi coinvolgere dalla semplicità di un’escursione spensierata e la bellezza del lago e del paesaggio, il profumo del bosco, il colore dell’acqua e del cielo faranno il resto.

Lago di Braies in Estate

Storia del Lago di Braies

Negli anni della seconda guerra mondiale, il lago di Braies fu luogo di un particolare episodio; nell’aprile del 1945, le SS portarono a Braies ben 140 prigionieri tra cui noti individui: il cancelliere Austriaco Kurt Alois von Schuschnigg, il figlio di Pietro Badoglio, Léon Blum, Miklós Kállay, Alexandros Papagos, Nikolaus von Horthy, molti famigliari del conte Claus Schenk von Stauffenberg, autore dell'attentato a Hitler (1944) e molti altri.

Nella mattinata del 4 maggio del 1945, la prima pattuglia americana giunse al lago di Braies e questo portò alla cessione degli ostaggi. I tedeschi della Wehrmacht diventarono prigionieri e venne deciso che le armi dovessero essere lasciate all’ufficiale e a von Alvensleben (capitano). Si decise in seguito che i prigionieri che non avevano avuto contatti con i nazisti fossero da liberare dopo un periodo sull’isola di Capri, tutti gli altri invece vennero arrestati. Nel 2006 fu istituito presso l’hotel Pragser Wildsee un archivio dedicato alla storia del lago di Braies, appunto per ricordarne l’accaduto.

Geografia del Lago

Il lago di Braies si trova in Trentino-Alto Adige, nella provincia di Bolzano, più precisamente vicino alla Croda del Becco, un massiccio imponente alto 2.810 metri, che crea lo sfondo mozzafiato e da cartolina del Lago di Braies. Il Lago di Braies è un lago alpino immerso nel Parco Naturale Fanes-Sennes-Braies, patrimonio mondiale dell'UNESCO. Circondato da tre cime dolomitiche è conosciuto anche come “perla dei laghi dolomitici”. È profondo 36 metri, lungo 1,2 Km e largo intorno ai 400 metri ed è situato a 1.500 metri di altitudine. Grazie alla zona strategica in cui si trova è molto visitato dai turisti. La temperatura massima dell’acqua è di 14 gradi, risulta essere molto freddo anche durante il periodo estivo e per questo motivo è infatti sconsigliato provare ad immergersi (oltre all’esistenza di uno specifico divieto). Nella stagione invernale le temperature sono talmente basse da causare addirittura il congelamento del lago.

La Leggenda del Lago

Braies è ricca di curiosità, tra cui miti e leggende interessanti, la leggenda del lago narra che un tempo le maestose montagne di Braies fossero abitate da una popolazione di “selvaggi”, che occupava la zona alla continua ricerca di pietre preziose e oro, delle quali si riteneva le montagne fossero ricche. Un giorno giunsero sul luogo dei pastori con il loro bestiame e l’intento di far pascolare le pecore nei giardini attorno al lago. Questi pastori non erano a conoscenza delle ricchezze che riservava il posto ma ben presto si resero conto della presenza di questi “selvaggi”. In seguito, i selvaggi mostrarono i tesori ai pastori e inoltre donarono loro molti degli oggetti preziosi creati; i pastori con il passare del tempo iniziarono ad approfittarsene e cominciarono a saccheggiarli, i selvaggi si ribellarono ma, nonostante ciò, i pastori riuscirono a rubare un numero sempre maggiore di ricchezze. I selvaggi, più forti ma meno furbi dei pastori, ebbero l’intuizione di far sgorgare delle fonti sotterranee che quindi vennero in superficie, dando origine al lago e separandoli in maniera irreversibile dai pastori e proteggendoli dalle loro incursioni. Da quel momento, il lago prese il nome di “lago selvaggio di Braies”.

Lago di Braies - Escursione

Escursione al Lago di Braies

La camminata attorno al lago di Braies è l’attività più amata dai turisti che vengono ad ammirare la bellezza del posto durante tutte le stagioni dell’anno.
Il percorso è di forma circolare ed essendo tale è possibile percorrerlo in senso orario o antiorario (in base a ciò che il turista desidera), il tempo di percorrenza è di circa due ore. La partenza avviene nei pressi dell’albergo del lago di Braies, il percorso vero e proprio parte a inizio sentiero e risulta percorribile senza particolari problemi. Il proseguimento lungo il sentiero è ricco di punti di sosta panoramici sulle sponde del lago che sembrano fatti apposta per fare delle soste, godersi il momento, fare delle fotografie e riempirsi dello spettacolo che la natura qui incontaminata regala alla vista; proseguendo si trova anche un’area picnic attrezzata in cui panchine e tavolini consentono la possibilità di concedersi una piacevole e rilassante pausa pranzo se desiderata… Il cammino si fa sempre più stretto e avvolgente, è presente una piccola discesa laterale la cui fine porta ai servizi igienici (utilizzabili in caso di bisogno); la parte forse più suggestiva di tutto l’itinerario è il punto nel quale la roccia ripida si affaccia direttamente sul lago, permettendo così al turista di ammirarlo da un’altra prospettiva.
La fine del percorso si conclude tornando al punto di partenza.

Parcheggio al Lago di Braies

ATTENZIONE

Dal 10 Luglio 2023 al 10 Settembre 2023 il lago non è raggiungibile in auto direttamente ma solo attraverso il servizio BRAIES BUS, oppure a piedi, in bicicletta o con mezzi pubblici.


BRAIES BUS DALLA TUA CITTA’

disponibile tutto l’anno

PRENOTA

Ci sono 4 parcheggi “utili” per chi decide di arrivare in macchina al lago di Braies, di cui due più vicini e due più lontani. Attenzione però perché i parcheggi sono a pagamento e bisogna non solo prenotarli ma anche farlo con anticipo. Il costo varia da 11€ per il parcheggio più lontano, il P1 (attualmente chiuso) a oltre 5km di distanza al quale va aggiunto il costo della navetta (sempre su prenotazione), fino ai 20 € per i parcheggi più vicini.

Il parcheggio P2 si trova a 800 metri di distanza e ha un costo di 20 €.

Il P3 è anch’esso attualmente chiuso, si trova a 10 m di distanza dal lago di Braies e ha un costo di 20 €, esattamente come il P4, equidistante.

Per evitare il costo sopra citato e le difficoltà di natura logistica come per esempio lo spostamento dal parcheggio al lago con mezzi pubblici, che oltre a sommare un ulteriore costo sono causa di perdite di tempo tra andata e ritorno, sono disponibili i bus in partenza da diverse città d’Italia con arrivo diretto al lago.

Hotels lago di Braies

Non è così facile trovare hotels vicino al lago di Braies per diversi motivi. A differenza di quanto si possa pensare, pur essendo diventata questa una zona turistica e visitata durante tutto l’anno, molti hotel nelle adiacenze del lago di Braies effettuano lunghi periodi di chiusura durante l’anno e questo riduce di molto le possibilità di visita al lago per chi ha in mente soggiorni con pernottamento e non in giornata. A ciò si aggiunge la difficoltà di spostamento in loco in quanto è vietato arrivare al lago in auto, e quindi spostarsi dall’hotel per raggiungerlo. In ultimo quindi, la scarsa disponibilità di camere incide sul prezzo comportando quindi un innalzamento dei costi. Per tutti questi motivi il consiglio è quello di prenotare il pacchetto con bus e pernottamento, con partenze da diverse città d’Italia, che include nel prezzo anche cena con bevande, visita di Bolzano e di Bressanone oltre che del lago stesso. Scopri le partenze dalla tua città oppure prenota direttamente il tuo hotel al lago di Braies nel box qui affianco.

Viaggi Organizzati

Check-in

Check-out

Meteo Lago di Braies

Il meteo del lago di Braies, così come il clima e la temperatura sono elemento distintivo e condizionante del lago stesso e della sua cornice, contribuendo a garantirne la stupefacente bellezza naturale regalandogli il suo fascino incontaminato. Il clima è asciutto per 88 giorni l'anno, con un'umidità media dell'88% e un indice UV di 2, è freddo e temperato con una piovosità media durante l'anno di 801 mm. Troviamo due differenti tipi di clima, il clima oceanico e quello continentale ed è classificato come “Dfb” in accordo con Köppen e Geiger, la temperatura media annuale è di 5,2°, che tiene conto anche delle basse punte notturne. Puoi consultare la nostra pagina per scoprire il meteo al Lago di Braies dei prossimi giorni, ma anche avere una panoramica annuale, stagionale e mensile di clima, meteo e temperature per pianificare al meglio la tua gita.

Lago di Braies dove si trova

Il celeberrimo Lago di Braies, definito anche la “Perla dei laghi dolomitici”, è un piccolo lago alpino situato in Val di Braies, una valle periferica della Val Pusteria, a 1.496 m.s.l.m. nel comune di Braies (BZ), a circa 97 chilometri dalla città di Bolzano, all’interno del parco naturale Fanes - Senes – Braies, istituito nel 1980 che include oltre a Braies, anche San Vito, Ferrara, Badia, Dobbiaco, La Valle, San Vigilio di Marebbe e Valdaora per un totale di 25.680 ettari.

La valle di Braies è completamente circondata dalle Alpi Pusteresi, cioè una catena montuosa appartenente al massiccio dolomitico, a poca distanza dal confine austriaco, e a pochi chilometri da San Candido.

Il Lago di Braies ha una superficie di circa 31 ettari, è lungo 1,2 km ed è largo tra i 300 e i 400 metri. La sua profondità media è di 17 metri, mentre nel suo punto più profondo arriva a 36.

Il lago è diventato meta turistica di importanza mondiale grazie alla limpidezza delle sue acque e allo scenario paesaggistico nel quale è incastonato. La natura è qui l’assoluta padrona con le cime dolomitiche, tra cui la Croda del Becco alta 2.810 m, che lo circondano su tre lati e il clima e i prati umidi, che costituiscono un habitat ideale per moltissime specie d’uccelli acquatici che qui trovano un ambiente perfetto.

La Croda del Becco, la cui denominazione tedesca è "Torberg", sta a indicare la porta del regno sotterraneo dei Fanes, che secondo una leggenda era qui dislocato. Siamo distanti dall’accesso stradale e ciò contribuisce alla sua incontaminatezza, nonostante sia facilmente raggiungibile in pochi minuti a piedi.

La sponda Occidentale è piuttosto larga e protetta da alcuni parapetti in legno che si integrano molto bene nel panorama. Si può inoltre vedere qualche roccia che emerge dal lago sulla quale tentare di arrampicarsi per ricavare uno spazio tutto per sè.

La sponda Orientale del Lago di Braies è ancora più incontaminata e selvaggia della sponda Occidentale, ha un sentiero scavato nella roccia delle montagne e dotato di scalinate protette da parapetti in legno che salgono il crinale della montagna. Da qui è possibile ammirare il fantastico panorama sullo specchio d’acqua e sulle strutture del lago: l’albergo, la rimessa utilizzata per le riprese di “Un passo dal cielo” e la chiesetta.

Nella sponda nord il lago diventa più sottile, al punto di consentire il passaggio tra le sponde utilizzando un corto ponte in legno. La vegetazione qui diventa più fitta e la temperatura più rigida. Da qui, passando sul molo in legno è possibile raggiungere il capanno costruito come una palafitta all’interno del lago per noleggiare le barche da metà Giugno a inizio Ottobre.

Sono in molti a chiedersi se ci sia la possibilità di cimentarsi in una nuotata nelle meravigliose acque del lago Braies, purtroppo la risposta alla vostra domanda è NO… esiste un divieto essendo zona protetta; inoltre, l’acqua è molto fredda (anche in estate), ma d’inverno tuttavia è possibile camminarci sopra essendo ghiacciato, anche se la camminata risulta però essere molto pericolosa e non sicura; se deciderete di farlo sarà di conseguenza a vostro rischio e pericolo.

In antichità e fino a pochi anni fà il lago non era molto conosciuto; la fama attuale e l’affollamento dei turisti testimonia un cambiamento ed uno sviluppo in cui una famosa fiction della RAI “Un passo dal cielo”, ha sicuramente svolto un ruolo importantissimo, usando il meraviglioso lago come suo palcoscenico.

Al lago di Braies, nonostante sia in territorio italiano, si usa molto anche il tedesco.

L’accesso al Lago di Braies è gratuito. Nonostante ciò rimane il problema come sopra citato di trovare parcheggio. Il costo del parcheggio è mediamente di 20 €, ed inoltre è consigliabile prenotare (ammesso che si trovi posto). Il parcheggio più a valle invece ha un costo di 11 € ma da qui (5,5 km) il percorso a piedi è di 1h30 minuti. La navetta ha invece un costo di 5€ a tratta, un bambino paga invece 3€, un bimbo di età inferiore ai 6 anni non paga. Nel complesso tra andata e ritorno per un adulto la spesa è di circa 10€. Per evitare questi costi è consigliabile prenotare un viaggio organizzato direttamente con il BRAIES BUS. Il vostro compito è quello di sedervi, a tutto il resto pensiamo noi.

Essendo un luogo dove si praticano molte escursioni, è consigliabile un outfit comodo e sportivo, adatto ad una camminata, per quanto riguarda le scarpe, sicuramente non sono adatte scarpe come le ballerine e le scarpe eleganti, sono consigliate invece scarpe da trekking (per evitare di scivolare). Ovviamente il resto dipende dalla stagione nella quale si decide di visitare questi fantastici luoghi, sempre tenendo in considerazione il fatto che indipendentemente dalla stagione la temperatura non può non risentire dell’altitudine, siamo infatti a 1.493 metri di altitudine. Un classico abbigliamento “a cipolla” è la scelta migliore.

Un oggetto da portare sicuramente con sé per gli amanti degli scatti è una buona macchina fotografica. Per chi ha una semplice passione meno che amatoriale comunque i telefonini di ultima generazione consentono di immortalare in maniera sufficientemente esaustiva i magnifici colori e contrasti del lago. Quando si arriva al lago di Braies infatti è facile perdersi a fotografare angoli incantevoli e riprendere il lago da svariate prospettive. Una volta arrivati gli occhi rimarranno piacevolmente incantati fino alla ripartenza.

Molte sono le attività da praticare durante la propria visita al lago di Braies, le più frequenti sono chiaramente la classica camminata attorno al lago, il picnic sulle sue sponde o un bel giro in barca… (ovviamente dipende dal clima e dalla stagione). L’inverno, e nello specifico il periodo dell’Avvento, è la stagione giusta per estendere la gita anche alla visita di uno dei magnifici mercatini di Natale ospitati dalle diverse cittadine trentine nelle vicinanze. Dal Lago di Braies si possono raggiungere i laghi Hochalpensee (2254 m) e Hochalpenkopf (2542 m). È inoltre possibile affrontare le impegnative escursioni in vetta al Seekofel (2810 m), Herrnstein (2447 m) e Grosser Rosskopf (2559 m).

Come in ogni posto anche al Lago di Braies ci sono regole; ecco cosa non è consentito fare durante una gita al Lago:

  • Non è consentito fare il bagno nel Lago di Braies.
  • E’ proibito far volare droni sul Lago di Braies o in qualsiasi altra parte del parco.
  • Il campeggio selvaggio è vietato nel parco. 
  • E’ sconsigliato intraprendere sentieri e percorsi poco segnalati. 
  • E’ vietato raccogliere i fiori.
  • E’ doveroso rispettare l'habitat degli animali evitando di fare rumori inutili.
  • E’ vietato accendere fuochi.
  • E’ proibito abbandonare i rifiuti in loco.
  • E’ proibito toccare o avvicinarsi agli animali al pascolo.
  • All'interno del parco non sono ammessi veicoli a motore.

Il tempo di percorrenza del percorso completo attorno al lago è di almeno due ore, ovviamente procedendo ad un ritmo tranquillo e rilassato, senza fretta per non perdere nulla della bellezza del lago e della sua cornice. D’estate è possibile trascorrere la giornata facendo delle soste sulle sponde per dare la possibilità al turista di concedersi dei momenti di benessere per rilassarsi e ammirare la bellezza del paesaggio, mentre d’invero il lago può essere, a vostro rischio e pericolo, anche attraversato perpendicolarmente, anche se è fortemente sconsigliato farlo.

Se ti stai domandando quale sia il periodo migliore per visitare il Lago di Braies non c’è un momento migliore dell’altro o uno scenario più bello dell’altro; il Lago di Braies è bellissimo in tutte le stagioni e ogni scenario ha una sua particolarità! Semplicemente ogni stagione ha un suo scenario diverso ma pur sempre molto caratteristico. Il periodo tra Dicembre e Marzo risulta molto suggestivo perché il lago si “veste” di bianco con l’arrivo della neve. In estate e in autunno oltre a passeggiare intorno al lago, si possono fare escursioni su varie vette delle Dolomiti di Braies, noleggiare una barca a remi e godere del verde e dell'azzurro scintillanti delle acque cristalline del lago.

Lago di Braies 2024